Lo studio Associato Proserpio ha le sue radici nell’attività fondata dall’avv. Leopoldo Proserpio nel 1950 e proseguita, poi, dall’avvocato Angelo Proserpio che nel 1996, unitamente agli avvocati Francesco Beretta e Maria Grazia Gonzati, fonda lo Studio Legale Proserpio e Associati con sede in Saronno. Negli anni successivi lo studio si è consolidato con l’ingresso degli avvocati Anna Proserpio e Simone Merisio. 

Decenni di attività hanno consentito di maturare una profonda esperienza nella gestione di situazioni  giuridiche, anche complesse e multidisciplinari, sia di natura giudiziale che stragiudiziale, nelle varie aree di competenza che impegnano lo Studio.

Lo studio svolge attività giudiziale, stragiudiziale e di consulenza nel settore del diritto civile. Ciascun avvocato si occupa elettivamente delle materie di propria competenza ma, ove la consulenza e l’assistenza abbiano bisogno di diverse professionalità, i professionisti cooperano ai fini del miglior risultato anche attraverso la collaborazione di professionisti esterni.  Le aree di interesse prevalente sono: il diritto di famiglia e delle persone, il diritto delle successioni, i diritti reali, il diritto delle obbligazioni e dei contratti, il diritto commerciale e societario, il diritto assicurativo e della responsabilità civile, il diritto del lavoro, il diritto dell’esecuzione civile, il diritto dello straniero.

La finalità dello studio, fondata sulla condivisione dei valori fondanti, è di assistere i propri clienti in tutte le fasi della controversia, tenendoli costantemente informati, fornendo consigli su ogni singola operazione e suggerendo le migliori opportunità, garantendo competenza, preparazione giuridica, continuo aggiornamento ed utilizzo della tecnologia.

Sabato 21 ottobre 2023 l’amministrazione comunale di Saronno ha assegnato la benemerenza civica della “Ciocchina” alla memoria di Angelo Proserpio, socio fondatore dello Studio legale associato che riporta il suo nome, con questa motivazione. “da sempre impegnato, sia per professione che per inclinazione personale, alla difesa del prossimo, ha saputo immaginare e realizzare progetti in campo comunale sociale e politico capace di  modellare il presente immaginando il futuro della nostra città